domenica 8 maggio 2016

(Ec)citazione #8



Queste rughe,
non  sono niente.
Questi capelli grigi,
non  sono niente.
Questo ventre afflosciato dal cibo vecchio,
queste caviglie livide e gonfie,
non  sono niente.
I miei occhi,
il mio cervello offuscato,
non  sono niente.
Sono lo stesso ragazzo
che mia Madre baciava.

(Mark Strand)

3 commenti:

Sara Scavolini ha detto...

Il nano romantico è proprio tenerello!

Cristina ha detto...

Siamo sempre noi, sotto quale aspetto importa poco.

PuroNanoVergine ha detto...

@Sara Scavolini
Grazie, purtroppo la festa della mamma coincide con la settimana nella quale e' morta due anni fa.

@Cristina
E' vero, qualche cambiamento l'età lo porta (intendo nel carattere, nel modo di rapportarsi con la vita, con chi ci sta intorno), ma il nucleo più intimo di una persona non credo che muti.

;