mercoledì 11 aprile 2012

Ci pensa Marzorati

Con Andrea non mi sento dalle elementari.
É lui a telefonarmi.

PNV                Pronto.
Andrea           Parlo con PNV?
PNV                Si, lei chi è?
Andrea           Andrea. Riccardi Andrea, quinta B, ti ricordi?
PNV                Lo spilungone?
Andrea           Esatto!

Vengo a sapere che è single, vive coi suoi, un lavoro precario dietro l’altro, il basket come hobby, la speranza di laurearsi in psicologia, universitario fuori corso da 12 anni.

Andrea           É dura PNV, è dura. C’è quel maledetto esame di “Disfunzioni Comportamentali in Contesti Igienico Sanitari” che non riesco a superare. Respinto sei volte di fila.

PNV                Ciumbia!
Andrea           Senti PNV, posso chiederti un favore?
PNV                Non ho soldi da prestarti.
Andrea           Niente soldi, anzi, il favore non è gratis. Posso sganciare 300 euro.
PNV                Interessante. Cosa devo fare?

Andrea           Puoi dare tu l’esame al posto mio? Guarda che mi ricordo benissimo, a scuola eri un genio. Cazzo, dove lo trovi uno che in terza elementare ti calcola a mente la radice quadrata di 28561?

PNV                Usavo la calcolatrice Andrea, la nascondevo dentro la manica sinistra.
Andrea           Noooooo!

PNV                Calcolatrice a parte, sveglio lo sono sempre stato. Ti aiuterei pure, ma come posso presentarmi all’università al posto tuo?  Sai, c’è il rischio che si notino gli 86 centimetri di differenza.

Andrea           Figurati. La docente di psicologia è cieca. Basta che tu vada lì, imiti la mia voce, mi ricordo che eri un bravo imitatore, il preside come lo facevi tu non lo faceva nessuno, e se lei ti chiede qualcosa del basket, dille che sei sempre il pivot titolare.

PNV                No, pivot, no. C’è un limite a tutto.
Andrea           Ti prego, potrei suicidarmi.
PNV                400 euro e mi presento come play maker.
Andrea           Affare fatto.

* * *

Mi chiedo se per 400 euro valga la pena fiutare questa schifosissima puzza di piscio.
É da Lunedì scorso che passo buona parte delle giornate dentro il cesso dell’ufficio.
D’altronde qualche appunto per l’esame bisogna pur prenderlo.

Qualcosa mi sono segnato.

Ieri mattina il Menicucci, uno del commerciale, entra dritto in bagno dirigendosi, mentre parla col  suo iPhone, dietro la porta dove lo attende una scomoda turca.
Tempo un minuto e il Menicucci sbraita:

“Ma porca di quella troia bucaiola, lo sapevo io...“ lo sciacquone copre la parte finale della frase.

Esce superincazzoso.

PNV                Cos’è successo? Carta igienica finita?
Menicucci      Ma quale carta igienica! Ho perso le tacche del cellulare. Dentro questi cessi non c’è mai campo!

Sarà, ma un consulente l’altro ieri si è infilato tranquillo tenendo il telefono nella mano destra e ha chiaccherato per una buona mezzora (stitichezza?)

L'ho visto uscire, a conversazione finita, sempre col cellulare in mano.
Camminava muovendo di pochi centimetri prima un piede poi l’altro.
Io l'ho guardato e, sorridendo, gli ho indicato la zona pelvica.
Lui mi ha ringraziato e, sorridendo, ha tirato su boxer e pantaloni.

* * *
  
Uno disfunzionale però c’è di sicuro.
Sono 18 minuti che Giordano Parini si strofina le mani insaponate sotto il getto d’acqua bollente del rubinetto.
Prima il palmo, poi le dita, dal pollice al mignolo, dalla falange risalendo fino alla falangetta con un riguardo particolare alla pelle che si trova sotto la parte terminale dell’unghia.

Ipocondriaco? Ossessivo compulsivo? Rintronato e basta?

Non lo so, devo approfondire la cosa.
Nel frattempo il Parini ha chiuso l’acqua.
Osserva scrupolosamente le mani.
Sta per asciugarle quando, guarda caso, mi suona il cellulare (in realtà sto solo giocando con il volume della suoneria, fingo una telefonata).

PNV                Pronto.
PNV                Oh, sei tu, Zio Giulio. Che piacere sentirti.
PNV                Come? No, è morta la zia? Il fegato?
PNV                Ah, il fegato non c’entra.
PNV                Cos’hai detto? La MANARIA? Che malattia sarebbe?
PNV                Caspita, non lo sapevo. L’aviaria delle mani.

Il Parini drizza le orecchie.

PNV                Ha toccato qualche pollo?
PNV                Le patate? E si, certo che di patate ne mangiava la zia.

Il Parini vive solo di hamburger e patatine fritte (morirà di dissenteria, ma con le mani linde).

PNV                Cure non ce ne sono?
PNV                Un vaccino al ketchup?
PNV                Hai voglia, ora che finisce la sperimentazione passano almeno 5 anni. Nel frattempo, KAPUT!

Do le spalle al Parini.
Quando sento il rubinetto riaprirsi saluto “lo zio” ed esco dal bagno.

* * *

Da 18 minuti a 8 secondi scarsi il divario è notevole.
Faccio finta di credere al Palombo, che si vanta di un passato come meccanico alla Minardi.

Palombo         Dai PNV, prova a cronometrarmi.
PNV                Vabbuono. Pronti? Via!

Il Palombo pigia il pulsante del sapone, apre il rubinetto, si sciacqua le mani, chiude il rubinetto, si gira a sinistra e strappa la carta, si asciuga, appallottola il tutto e lo infila nel cestino.

PNV                7 secondi e 81 centesimi.
Palombo         Record, record. Ho battuto il Lattanzio di 4 centesimi.

Il giorno dopo trovo un Palombo depresso.

PNV                Che hai?
Palombo         Il Lattanzio è sceso a 7 e 77. PNV, su da bravo, fammi riprovare.
PNV                Ok, ma è l’ultima volta.

Il Palombo pigia il pulsante del sapone, apre il rubinetto, NON si sciacqua le mani, chiude il rubinetto, si gira a sinistra e strappa la carta, si asciuga, appallottola il tutto e lo infila nel cestino.

PNV                7 secondi e 71 centesimi.
Palombo         Record, record!
PNV                Un attimo, tira fuori dal cestino la carta appallottolata.

Esegue l’ordine.

PNV                Aprila.

Lo vedo afflosciarsi dallo sconforto.

PNV                É asciutta, ci sono solo tracce di sapone. Mi dispiace, ma le mani non te le sei bagnate.

Palombo         Ma non essere così fiscale PNV. Anche senza acqua di tempo ne ho perso per strofinarmele.

PNV                Non posso omologarlo: Bernie Ecclestone si incazzerebbe.
Palombo         Che stronzo!
PNV                Ecclestone?
Palombo         No, tu.

Stronzo io?

E il sosia di John Travolta che si pettina e ripettina il ciuffo da almeno 5 minuti?
In certe cose ci vuole un po’ di tatto.
Hai al tuo fianco un nano cesso pelato e tu, con quegli occhioni azzurri e la chioma fluente, ti guardi allo specchio come neanche Narciso saprebbe fare?

Con questo la Manaria non attacca.
Va combattuto sul suo stesso terreno.

Cambio look: tacchi neri, pantaloni di pelle attillati neri, maglietta nera, giacchetta di pelle nera, smalto alla unghie, rossetto, fard, parrucca bionda.
Olivia Newton Nana (ONN) affianca John al lavandino e attacca con: “You’re the one that I want”.

ONN feat. John: “You're the one that I want.(you are the one i want), o, o, oo, honey. The one that I want. (you are the one i want want), o, o, oo, honey. The one that I want (you are the one i want want), o, o, ooooo The one I need. Oh, yes indeed”.

Cantando lo invito con l’indice della mano a seguirmi.
Porto il bietolone sulla soglia della porta, gli faccio segno di aprirla e FIUUUU… prendendolo per la giacchetta lo sbatto fuori dal bagno.

* * *

Non può funzionare.
La docente sarà cieca, ma non stupida.
Se mi presento coi miei appunti mi becco un 15 scarso.
E poi, se mi chiede del basket cosa le dico?
L’unica è telefonare al mio amico Pierluigi Marzorati.
Si, Marzorati, il campionissimo della Pallacanestro Cantù, un play maker coi fiocchi per di più laureato.

Marzorati       Pronto.
PNV                Pierluigi?
Marzorati       Sono io. Lei chi è?
PNV                PNV.
Marzorati       Il Nanerottolo?
PNV                Esatto!

Lo aggiorno sulla mia vita in particolare sulla difficile esperienza dell’universitario fuori corso.

PNV                É dura Pierluigi, è dura. C’è quel maledetto esame di “Disfunzioni Comportamentali in Contesti Igienico Sanitari” che non riesco a superare. Respinto sei volte di fila.

Marzorati       Ciumbia!
PNV                Senti Pierluigi, posso chiederti un favore?
Marzorati       Non ho soldi da prestarti.
PNV                Niente soldi, anzi, il favore non è gratis. Posso sganciare 150 euro.
Marzorati       Interessante. Cosa devo fare?
PNV                Puoi dare tu l’esame al posto mio?
Marzorati       E si, perché io e te siamo gemelli sputati, nessuno noterebbe i 69 centimetri di differenza.

PNV                Figurati. La docente di psicologia è cieca. Basta che tu vada lì imiti la voce di Andrea Riccardi, e se lei ti chiede qualcosa del basket, dille che sei sempre il pivot titolare.

Marzorati       No, pivot, no. C’è un limite a tutto.
PNV                180 euro.
Marzorati       Chi sarebbe questo Riccardi? Ho capito, hai preso i soldi da uno e poi mandi me all’esame. Guarda che non me la fai.

PNV                210 euro.
Marzorati       Voglio quello che ti da lui.
PNV                250 euro.
Marzorati       280, per meno non mi muovo.
PNV                280 e affare fatto?
Marzorati       Affare fatto!

Altro che affare fatto: solo 120 euro di guadagno per una settimana di puzza al piscio.

La prossima volta Andrea Riccardi non lo aiuto mica.
Lo mando al Cepu.

Oppure no, gli vengo incontro, ma solo per l’esame pratico di “Tecniche Fallimentari nella Cura della Ninfomania Acuta”.

16 commenti:

yetbutaname ha detto...

fallimentari
capisco
ciao

pyperita ha detto...

Molto dura la vita di un PNV :)

Anonimo ha detto...

scritto, come sempre, molto bene...divertente! (Però secondo me resta ineguagliata quella tua vecchia avventura alle poste con la fanciulla popputa ( e stronza)

Anonimo ha detto...

ero toniq, sopra.

PuroNanoVergine ha detto...

@yetbutaname
commento
ricevuto
ciao

@pyperita
Non immagini quanto.

@Toniq
Forse perché era un'avventura "realmente" accaduta.
Non so.
Grazie.

pastadipestodirospi ha detto...

Fantastico.
Sarei mille volte curioso di leggere qualcosa di tuo senza PNV. Se hai voglia di mandarmelo mi fai un regalo.

... cioè ... non volevo essere invadente ... nel senso ... se non vuoi fa niente ...

Ciao :-)

Roberta ha detto...

@pastadipestodirospi...
è finito il tempo dei regali- stop
non sei invadente - stop
non vuole - stop

@PNV- non sono popputa ma come risponditore automatico sono perfetta :/

pastadipestodirospi ha detto...

l'avessi saputo sarei passato prima : )

PuroNanoVergine ha detto...

@pastadipestodirospi
Ho scritto alcuni racconti senza PNV.
Li rimetterò nel blog (uno settimana prossima, dopo aver fatto "decantare" questo)

@Roberta
Ti ringrazio per il risponditore automatico, ma al momento il blog e la scelta di cosa metterci sono ancora a carico mio (o vuoi diventare la Rosy Mauro del PNBossi? ;-)).

Roberta ha detto...

Non sono tagliata per fare la badante e non ti ci vedo nei panni di un mentecatto.
Per il cerchio magico posso organizzarmi.

Sara Scavolini ha detto...

Mi fai sempre scompisciare!!
Ti ringrazio per il tuo sostegno sul mio blog.. prima o poi spero di tornare.. magari semmai passerà questo momento no.

PuroNanoVergine ha detto...

@Sara Scavolini
Grazie per lo scompisciamento.
Per il sostegno, speor che la voglia ti possa tornare (e che passi il momento no).

Phaberest ha detto...

Spettacolare lo scambio Riccardi-Marzorati, sei un fottuto genio!

PuroNanoVergine ha detto...

@Phaberest
Pensa che Marzorati non ha tolto il saluto.
Benvenuta e grazie per il genio (ma il genio è altra cosa ;-)).

Mìgola ha detto...

Nuova del posto e capitata per caso non vedo l'ora di leggermi pian piano altre fantastiche storie!
Complimenti!

PuroNanoVergine ha detto...

@Migola
Grazie per la fiducia e... benvenuta!

;