domenica 27 novembre 2016

Io Tarzan, tu Jenna

È giustificato l’entusiasmo manifestato da numerosi scienziati di fronte all’abilità che gli scimpanzè mostrano nel memorizzare e utilizzare alcune centinaia di vocaboli del linguaggio umano?

Sono animali così simili a noi?

Secondo l’eminente etologo londinese, Sir Patrick Punkabbyest, la risposta è no:

”Anche gli scimpanzè più intelligenti, quelli che hanno imparato fino a 300 parole del vocabolario inglese, non sono in grado di elaborare frasi complesse e di ragionare in astratto. Mi duole dirlo, ma se ‘parlano’ è per esprimere, con espressioni semplice, bisogni primari.”

A conferma della sua tesi Sir Patrick riporta il caso di Wugunga, un esemplare femmina che vive nello zoo di Manchester, da molti considerata “l’Albert Einstein degli scimpanzè”.

“Wugunga” prosegue lo studioso “in anni e anni di dialogo con i suoi istruttori non è andata oltre proposizioni del tipo: ‘Tu dare banana me’ o ‘Io banana da te’ o ancora ‘Tu e me, banana gnam gnam’, mostrando un quoziente intellettivo inferiore a quello di un bimbo di tre anni”.

Per quanto degne di nota,  non mi sento di condividere le parole dell’esimio professore.

Avrà pure un Q.I. inferiore a quello di un bimbo, ma quanti fra di noi saprebbero far meglio di Wugunga nel doppiare, alla perfezione, Jenna Jameson?


sabato 12 novembre 2016

Saliscendi statistici



L’amico Espertone da un’occhiata alla pagina di ShinyStat.
Le visite giornaliere al mio blog lo fanno sorridere.
Un sorriso di sufficienza il suo.

Espertone  Ma come siamo bravi. I miei complimenti. Tre visitatori.

PNV           La giornata non è ancora finita.

Espertone  Scusami. Se vai avanti così arrivi forse a quattro.

Ha ragione: l’orologio segna le 23 e 20.

Espertone  E io che pensavo fossi negato solo con le donne. Invece no: sei un impedito totale. Da quanto tempo hai il blog?

PNV           Dieci anni.

Espertone  Ahahah. Dieci anni e tre lettori. Ma chi sei? Il nuovo Ken Follett?

PNV           Parli tu che un blog non l’hai neppure aperto.

Espertone  Non ce l’ho perché non voglio averlo. Se ne aprissi uno sai in quanti lo leggerebbero?

PNV           No, quanti?

Espertone  In poco tempo ne raccatterei almeno tre / quattromila.

PNV           Con la bocca sono tutti bravi. I fatto vog…

Espertone  Vuoi i fatti? Scansati.

L’Espertone sposta il sottoscritto e lo sgabello verde a pois rosa, sul quale sono seduto, per  impadronirsi del portatile.

Espertone  Fammi vedere come si inserisce un intervento.

PNV           Si chiamano post, mica interventi.

Gli mostro la pagina per l’editing.
Pochi secondi gli servono per digitare il titolo in maiuscolo e un breve contenuto in caratteri minuscoli.

Espertone  Ecco fatto. Leggi!

PNV           NOTTE DI SESSO. Patricia, focosa trans moracciona, ti può aprire a nuove esperienze.

Espertone  Aspetta tre minuti e poi controlla le statistiche.

Nell’attesa lui si accende una gauloise.
Io fatico a respirare.
Dopo tre minuti ricarico la pagina di ShinyStat.

PNV           276 visitatori!

Espertone  Modestamente. Vai a vedere i siti di provenienza.

Scorro rapido la lista, poi stupito mi fermo su:

PNV           La Casa Bianca? Vuoi dire che Donald Tr…?

Espertone  Ma va, lui non ha mica bisogno della rete per queste cose. È ricco sfondato, le donne cascano ai suoi piedi in un batter di ciglia tinte.
.
PNV           Per favore puoi spegnere la sigaretta?

L’Espertone preme la gauloise sul tavolo in legno (pregiato) che da poco ho acquistato.

Espertone  Dopo gli Stati Uniti ti accalappio pure l’Italia.

Un secondo sessual-post esce dalle sue mani digitanti.

Espertone  Ecco fatto. Leggi!

PNV           POMERIGGI PICCANTI  ragazza dai capelli rossi con due superpoppe cerca affascinante playboy dotato di tre gambe muscolose sulla quali sedersi.

Espertone  I soliti tre minuti.

Nell’attesa lui si accende un toscano.
Io fatico a respirare.
Dopo tre minuti ricarico la pagina di ShinyStat.

PNV           458 visitatori!

Espertone  (ironico) Ma guarda un po’, chi l’avrebbe mai detto. Vai a vedere i siti.

Scorro rapido la lista, poi stupito mi fermo su:

PNV           Villa Certosa - Costa Smeralda? Non ci posso credere. Vuoi dire che è…?

Espertone  Sì, è proprio lui:  Silvio “three legs” Berlusconi.

PNV           Ok, comunque per favore spegni il toscano che mi stai soffocando.

Espertone  Impedito, ingenuo e pure insofferente (il tavolo in legno accoglie la cenere fumante del sigaro)

PNV           Adesso lo fermo io il contatore truffaldino. Troppo facile aumentare i visitatori in questo modo.

Riprendo possesso del PC e inserisco un post “riparatore”.

PNV           SANTA MARIA   prega per noi peccatori.

Espertone  ahahahah! Vai a vedere il contatore, ahahaha!

PNV           715 visitatori! Ma continua a salire?!

Espertone  (leggendo i siti di provenienza) Come mi aspettavo: gli amici di Radio Maria in pole position, seguiti dai carmelitani scalzi, i miracolati di Lourdes, i Legionari di Cristo e per ultimi, quelli messi peggio, i NON miracolati di Lourdes.

PNV           Non capisco?

Espertone  Non è che con il diavolo aumentano i visitatori e con l’acqua santa si fermano. Conta l’interesse che susciti nei lettori. In questo periodo la Chiesa tira un casino, quasi quanto il sesso. Senza volerlo, per una volta, hai azzeccato un post che funzionava. Vuoi un esempio di post palloso blocca contatore?

PNV           Si, il prima possibile.

L’Espertone scuote la testa in segno di disapprovazione e riprende a digitare.

Espertone  Ecco fatto. Leggi!

PNV           POLITICA ANNI 70: le convergenze parallele di Aldo Moro.

Espertone  Più palloso di così si muore.

Breve attesa e visita a ShinyStat.

PNV           716 visitatori. Uno solo si è aggiunto. Aspetta che controllo: nell’elenco siti c’è scritto G.V.

Espertone  Grande Vecchio.

PNV           Vuoi dire che Giulio And... dal Paradiso, no cioè, dall’Inferno…?

Espertone  Zitto, non fare quel nome, però, mi raccomando, segnatelo, tienilo a mente. Nel caso servisse puoi sempre dire che G.V. in persona legge il tuo blog: fa curriculum.

PNV           Devo ammettere che ci sai fare, ma quello che sto per chiederti neppure tu puoi realizzarlo.

Espertone  Spara.

PNV           Scrivimi un post che decrementi il contatore, voglio perdere le visite ottenute con questi mezzucci di bassa lega.

L’Espertone inizia a rollarsi una canna, l’accende, sguardo perso davanti al terminale e poi, lentamente, con fare solenne, preme 8 tasti 8.

Espertone  Ecco fatto. Leggi!

PNV           TSOPITNA? Cos’è, un medicinale?

Espertone  È l’ANTIPOST. Funziona al contrario di un post normale. Se uno lo legge il contatore cala al posto di aumentare.

L’amico ha ragione.
ShinyStat  segna 594.

PNV           Che bello! Posso tornare ai miei tre visitatori originari.

Espertone  Eh no, caro il mio PNV. L’ANTIPOST mica si ferma a 3. Continua a scendere.

PNV           All’infinito?

Espertone  Non esagerare. Il limite è lo zero assoluto: -273. A quel punto il blog è ibernato e non più funzionante.


PNV           (deglutisco, l’idea del blog ghiacciolo mi mette i brividi)

Espertone  Ora devo andare (lascia la canna fumante sul tavolo). Ciao PNV.

Il gelo mi ha bloccato: non riesco neppure a ricambiare il saluto.
Sono impedito, ingenuo, insofferente e inaspettatamente infreddolito.

Il contatore prosegue inarrestabile la sua discesa.
Un’ultima occhiata prima che il freddo mi faccia perdere i sensi.
Siamo a quota –22.

martedì 1 novembre 2016

sabato 22 ottobre 2016

La coniugazione del verbo TROMBARE



Se sono giunto all’andropausa ancora vergine, come una bottiglia d’olio d’oliva Carapelli (formato mignon), il “merito” è della mia maestra delle elementari.

Si era in seconda e la signorina De Ponti, l’orrenda zitella che ci trasmise i rudimenti della conoscenza (lo so, è un clichè quello della maestra brutta e nubile, ma giuro che la De Ponti si posizionava, nella Scala di Trombabilità del Dottor Fuckerson, a metà strada fra il livello “Trombala solo se ti sbronzi, coprendole il viso deforme con una calzamaglia di lana“ e il livello “Piuttosto che trombarla tagliati i coglioni”) oddio, mi sono perso, troppi incisi in una frase mi provocano il voltastomaco (o è il ricordo delle guance butterate della De Ponti?)

Ci sono.
Stavo dicendo che la maestra ci interrogò sui verbi, volendo saggiare da un lato la nostra capacità d’apprendimento, dall’altro la sua abilità nell’insegnamento.

A volte però una semplice interrogazione è sufficiente per mostrarti quanto la perfidia sia alla base dell’agire umano…

* * *

Voglio dire, signora Maestra, non puoi chiedere ai gemelli Volontini, i secchioncelli della classe, di coniugare il verbo Essere (Giulio) e Avere (Gianni) sapendo che per loro è una prova banale, che  supereranno con un “Oplà”, senza sforzo alcuno (la De Ponti aveva un debole per G&G., immaginava che sarebbero divenuti NotaioAvvocatoIngegnereProfessore. Mai avrebbe pensato di ritrovarseli come ausiliari… del traffico… lungo Viale Padova, mentre le appioppavano una multa sul parabrezza dell’auto per sosta vietata).

Voglio dire, signora Maestra, non puoi proporre agli altri compagni di classe, dei verbi ugualmente semplici: Bere per Franco Ferrari, Mangiare per Bruno Medici, Saltare per Elisa Righi, Avvelenare per Vito De Nunzio (quello di Vito potrebbe sembrare più complicato, ma il De Nunzio a otto anni aveva letto una ventina di romanzi di Agatha Christie, era cresciuto a pane e arsenico).

Voglio dire, signora Maestra, dopo avermi chiamato alla lavagna, non puoi dirmi:

Maestra              PuroNanoVergine, per te ho pensato al verbo TROMBARE

PNV                    (svengo cadendo in avanti come un pugile che ha incassato il KO definitivo)

RestoDellaClasse         Ahahahahahahahahahahah

* * *

La De Ponti intuiva, o forse ne era sicura, che un bambino nano, con un principio di stempiatura, l’espressione da cefalo triste sul volto, avrebbe avuto scarse se non nulle possibilità di copulare nel prosieguo della sua vita.

Fu quindi un colpo basso, una vera bastardata, propormi, di fronte alla classe intera, un verbo che suscitava già da allora nel sottoscritto una rassegnata depressione (consapevole che nelle varie combinazioni di modi e tempi avrei azzeccato il solo indicativo - condizionale presente “io tromberei” seguito da un “ma, se, però, purtroppo, forse, NO”).

Da racchia zitella quale era avrebbe dovuto provare empatia nei miei confronti e non “vendicarsi su di me di un suo momento amaro” (Mogol – Battisti, Una giornata uggiosa).

Per onestà intellettuale non posso dare colpa dell’inossidabile verginità alla sola De Ponti.

Dopo l’interrogazione entrò in gioco la mia mente contorta, quella che di solito mi impedisce di affrontare una prova qualsiasi se non ho raggiunto, nella fase di preparazione della prova stessa, un livello di perfezione maniacale, che mi garantisca un successo sicuro nel “momento della verità”.

Nel caso specifico, l’instabile cervello mi suggerì che mi sarei potuto accoppiare con un individuo di sesso femminile solo dopo aver imparato, perfettamente, la coniugazione del verbo TROMBARE (per individuo femminile si intende, tornando alla scala del Dottor Fuckerson, una donna di livello pari o superiore a “Non sarà Angelina Jolie, in giro trovi di meglio, ma in fondo pure tu non sei Brad Pitt”).

Ricordo a tal proposito un incubo che più volte mi perseguitò durante le tempeste ormonali dell’adolescenza…

* * *

Mi trovo a letto con Miss Mondo, entrambi ignudi, io le guardo le tette, lei mi accarezza i maroni.

MissMondo         PNV, che ne dici se trombassimo?
PNV                    (pensieroso)
MissMondo         Allora non rispondi?
PNV                    Un attimo, scusa.
MissMondo         (impaziente) Dai, su, ci vuole così tanto per una risposta?
PNV                    Congiuntivo imperfetto.
MissMondo         Coooooooosa?

PNV           Trombassimo. Congiuntivo imperfetto. Se un verbo finisce in assimo, essimo, issimo
è congiuntivo. Da non confondersi col condizionale, che termina con arei, erei, irei.

Miss Mondo smette di sfiorarmi i testicoli, si alza dal letto, si riveste e se ne va, salutandomi con:

MissMondo         Un demente, un vero demente!

PNV                    Participio presente, demente. Almeno credo.

* * *

Crescendo, l’ossessione per la coniugazione dei verbi ha perso di intensità.

Il mio psicanalista freudiano mi ha spiegato una teoria che parla di fase orale, seguita da una fase anale, anticamera di quella grammaticale, che dovrei aver superato da poco, dopo intensi studi sui testi di italiano, e di una conclusiva fase vaginale (a scanso di equivoci, nella fase vaginale non userò il fondotinta per imbellettarmi il viso, ma copulerò beato con procaci fanciulle, lasciandomi alle spalle la mia verginità e il ricordo del viso deturpato dai brufoli della signorina De Ponti).

* * *

Non mi dilungo oltre.
Vi lascio con la prova provata che la fase grammaticale è alle mie spalle nella speranza che quella vaginale bussi fra poco alla porta di casa (apro la porta e mi appare una scollatura sorridente…).

Non potendo trasformare il post in un testo per l’insegnamento della grammatica, tenuto conto che il post sarà pieno di errori grammaticali dei quali non sono neppure consapevole, termino riportando alcuni esempi di coniugazione del verbo TROMBARE.

E allora:

Indicativo - Presente                       Io trombo

Indicativo - Futuro                          Io tromberò

Indicativo - Participio Passato       Io ho trombato

Imperativo - Presente                     Tromba!

Gerundio - Passato                         Avendo trombato

Condizionale - Presente                  Io tromberei

Congiuntivo - Imperfetto                Se io trombassi

Preservativo - Imperfetto               Papà, mi racconti la storia del goldone bucato?
;